giovedì 21 agosto 2014

Goldrake - Le critiche dei presentatori di "Buonasera con..." alla serie animata



Dopo aver già affrontato diversi problemi (qui trattati) nel corso della messa in onda del primo ciclo di puntate di Atlas Ufo Robot (oggi noto come Ufo Robot Goldrake) all'interno del programma contenitore Buonasera con... tra aprile e maggio del 1978 su Rete 2 (Raidue), Nicoletta Artom e Sergio Trinchero dovettero confrontarsi con i malumori di altre persone coinvolte nella realizzazione delle edizioni di quel programma collegate ai successivi due cicli di episodi della serie animata. Stavolta furono i nuovi conduttori di Buonasera con..., il Quartetto Cetra e Peppino De Filippo, ad avanzare critiche contro il robot nipponico.


Prima di raccontare ciò che accadde, è necessario premettere come Buonasera con... fosse stato inizialmente ideato come "programma contenitore" dai contenuti variabili ogni mese, in cui era il conduttore a rappresentare la principale fonte di interesse e di importanza della trasmissione, affidando ai vari telefilm o ai cartoni inseriti al suo interno, il ruolo di comprimari secondari. Così infatti venne presentato il programma, nel novembre del 1977:
Poco più di un'ora insieme, dalle sette circa all'edizione serale del TG2, parlando dello stesso spettacolo, o dando via libera o dando via libera al conduttore. Tutta la novità del programma sta qui, proprio nel conduttore. Ogni mese un personaggio diverso. Un grosso nome dello spettacolo che parla di sé, delle sue esperienze, della sua vita e di quanto accade, dell'attualità o dello stesso spettacolo che di lì a poco tutti vedranno sui teleschermi. (...) Per tutti, il compito, far compagnia con poche cose e molto humour. Accanto ad attori e cantanti-conduttori, lo spettacolo. Un telefilm, qualche cartoon, tutto distribuito nell'arco dei mesi di programmazione. 
(cfr. l'articolo Insieme, cordialmente, senza firma, edito sul settimanale Radiocorriere TV n. 44, novembre 1977).
Radiocorriere TV n. 50,
dicembre 1978
L'improvviso e inatteso successo riscosso da Goldrake nell'edizione di Buonasera con... condotta da Maria Giovanna Elmi nell'aprile 1978, finì quindi per sovvertire le caratteristiche del programma, oggi ricordato principalmente proprio per aver lanciato e ospitato al suo interno il robot ideato da Go Nagai e un'altra celebre serie animata nipponica, Capitan Harlock. Quando venne annunciata la prosecuzione delle puntate di Goldrake a partire dal 12 dicembre 1978 (dopo un'anteprima trasmessa la sera precedente) all'interno di Buonasera con..., l'attenzione di molti spettatori (in particolare dei più giovani) finì quindi per rivolgersi principalmente alla serie animata e non alla presenza del Quartetto Cetra - gruppo che si ritrovò a passare in secondo piano rispetto al cartone, a differenza di quanto era accaduto con l'edizione di Buonasera con... presentata dal Quartetto tra fine gennaio e febbraio 1978, abbinata al telefilm La famiglia Robinson, che sancì il ritorno del gruppo in tv dopo tre anni di assenza - come conduttore mensile del programma. Da queste premesse derivarono probabilmente le critiche del Quartetto, che così descrisse quell'esperienza televisiva in compagnia di Goldrake:
L'unica cosa che non ci è piaciuta per niente è stato Ufo Robot. Intanto questo cartone animato è talmente pubblicizzato che pareva che nella trasmissione non ci fosse altro. Poi Atlas Ufo Robot restringe il numero di spettatori di Buonasera con... Cioè nella serie di gennaio-febbraio il telefilm era La famiglia Robinson, una serie destinata agli adulti come ai ragazzi. Invece i cartoni animati hanno abbassato notevolmente l'età media degli spettatori di Buonasera con... E poi, parlando francamente, questi cartoni animati giapponesi sono un po' tutti uguali, ottimi tecnicamente, ma a livello artistico lontanissimi dall'inventiva dei prodotti di Walt Disney, che noi, tra l'altro, abbiamo doppiato per molto tempo. Insomma questi Ufo sono un po' troppo made in Japan: pratici e plastificati. 
(cfr. l'articolo Il dopo del Quartetto Cetra, senza firma, edito su Radiocorriere TV n. 3, gennaio 1979; nell'articolo non viene precisata l'identità del membro del Quartetto che ha rilasciato queste dichiarazioni).
Nel dicembre 1978, anche sulle pagine del Radiocorriere si avanzano alcune perplessità su Goldrake.
Si tratta di dubbi derivanti dai problemi dell'edizione italiana (doppiaggio, scelta dei nomi dei personaggi, ecc) della serie.
Dal Radiocorriere TV n. 51, dicembre 1978.

Come facilmente intuibile, le dichiarazioni del Quartetto Cetra, rilasciate nel periodo in cui iniziarono a diffondersi le polemiche contro Goldrake avviate principalmente da Silverio Corvisieri su La Repubblica (qui un'analisi del suo articolo), suscitarono la reazione arrabbiata degli spettatori della serie animata, che scrissero delle lettere di protesta al Radiocorriere, come quelle presenti nella seguente immagine, proveniente dal n. 7 (febbraio 1979) della rivista:


Radiocorriere TV n. 7,
febbraio 1979

Va inoltre precisato come, in quei giorni, la protesta contro Goldrake iniziasse a diffondersi sui mass media italiani, come ben sintetizzato nel seguente articolo di Fiammetta Rossi, tratto dal n. 6 (febbraio 1979) del Radiocorriere, in cui si cita anche l'accusa di fascismo rivolta al robot nipponico:

Radiocorriere TV n. 6,
febbraio 1979
Purtroppo, come noto a tanti appassionati di animazione giapponese, le polemiche contro Goldrake e le serie nipponiche erano solo all'inizio, continuando a diffondersi nei media durante i mesi e gli anni successivi.
Alla fine del 1979, avvenne l'annuncio della messa in onda del terzo e ultimo ciclo di puntate di Goldrake a partire dall'11 dicembre, sempre all'interno di Buonasera con..., la cui conduzione fu stavolta affidata a Peppino De Filippo, il quale, in un'intervista rilasciata al n. 51 (dicembre 1979) del Radiocorriere, avanzò le seguenti critiche al robot di Nagai:
Radiocorriere TV n. 51,
dicembre 1979
Mio figlio ha insistito tanto e così mi sono convinto. Ora sono contento di aver accettato, ma quella storia spaziale continua a farmi paura: è una delle cose che non mi vanno a genio della televisione, non la vedo mai. Preferisco i western, che è anche l'unico programma fatto dagli americani che riesco a sopportare. Tutto il resto che ci hanno propinato è un orrore.
Curiosamente anche Goldrake è una serie che possiede diversi elementi western, genere da sempre molto amato e citato da Go Nagai, nei suoi manga e negli adattamenti animati da essi derivati.

Le critiche avanzate dal Quartetto Cetra e da De Filippo (scomparso il 27 gennaio 1980, poco tempo dopo la conclusione della sua conduzione di Buonasera con..., avvenuta il 6 di quello stesso mese) sono un ulteriore elemento che testimonia il periodo di forte difficoltà che Nicoletta Artom e Sergio Trinchero si trovarono ad affrontare per garantire e ultimare la messa in onda delle puntate di Goldrake sulla Rai.

Nessun commento:

Posta un commento